I giochi d’azzardo di blups attendono aams

Ancora una volta i lavoratori Bblus sono alle prese con delle problematiche e si accingono ad ulteriori proteste nei confronti di AAMS, infatti il continuo silenzio delle istituzioni preoccupa non poco i lavoratori di questo concessionario. Si attende dunque un incontro nel breve periodo con i Monopoli di Stato, ma i dipendenti sono già in grande agitazione e sollecitano in modo deciso un intervento intelligente da parte delle istituzioni dopo che la concessione societaria è stata revocata. Si parla di moltissimi posti di lavoro in pericolo e di molte famiglie a rischio. Infatti Bplus non ha più la concessione per la raccolta di gioco attraverso apparecchi elettronici per l’intrattenimento, visto che l’AMMS l’ha revocata dopo la decisione della Prefettura di Roma. Le parole di Salvo Gullotto fa comprendere come siano delusi dal fatto che la richiesta di incontro fatta da 300 dipendenti della società alla stessa Prefettura non ha dato frutti per un incontro ne tanto meno nel prendere la decisione. Il rappresentante sindacale Bplus per la sigla UIL ha fatto sapere che un silenzio come questo non può che preoccupare tutti e nei prossimi giorni si attendono nuove proteste con l’appoggio degli altri sindacati per la richieste di un audizione davanti ai Monopoli di Stato.

Comments are closed.